US: +1 (707) 877-4321 FR: +33 977-198-888

English Français Deutsch Italiano Español Русский 中国 Português 日本

PREFERITI IL MIO CARRELLO

Sansone e il Leone di Luca Giordano (1634-1705, Italy)

Compleanno di Alexander Rodchenko, 25% di sconto! Valido:05/12/2016

Spedizione gratuita. Restituzione Tutto il tempo. Vedi i dettagli.

Luca Giordano

Luca Giordano (18 Ott 1634 - 3 gennaio 1705) è stato un pittore italiano del tardo barocco e incisore in incisione. Fluente e decorativo, ha lavorato con successo a Napoli e Roma, Firenze e Venezia, prima di trascorrere una decina di anni in Spagna.

Primi anni di vita e formazione:

Nato a Napoli, Giordano era il figlio di Antonio Giordano, pittore mediocre. In età precoce, Giordano è stato apprendista Ribera su raccomandazione del viceré di Napoli. Ha poi lavorato sotto presumibilmente Pietro da Cortona. Ha acquisito il soprannome di Luca Fa-presto (Luca Work-veloce). Questo soprannome è stato apt da quando ha mostrato una sorprendente celerità nella gestione il pennello, ma si dice che sia stato dato da suo padre che, povera e avidi di guadagno, era sempre sollecitando il suo ragazzo a fatica con la frase " luca, fà presto ". Il giovane obbedì suo genitore alla lettera, e che in realtà non tanto come una pausa per strappare un pasto frettoloso, ma ha ricevuto in bocca, mentre lui ancora lavorato, il cibo che la mano di suo padre in dotazione. La sua velocità, nel design così come opera, e la sua versatilità, che gli ha permesso di imitare altri pittori ingannevolmente, guadagnato per lui due altri epiteti, "The Thunderbolt" (Fulmine) e "Il Proteo" della pittura.

Giordano ha acquisito uno stile fonde stili veneziano e romano. Si unisce il fasto ornamentale di Paolo Veronese con gli schemi vivace complesso, la "maniera grande", di Pietro da Cortona. E 'stato notato anche per il colore vivace e appariscente, e tra 1682-83 dipinse diverse serie affresco a Firenze, anche nella cupola della Cappella Corsini della Chiesa del Carmine. Nel grande blocco occupato dalla ex palazzo Medici, dipinse il soffitto della Biblioteca Riccardiana (Allegoria della Sapienza divina) e la lunga galleria di Palazzo Medici-Riccardi. Gli affreschi grande di questi ultimi sono contenuti nella galleria oltre 1670, che si affaccia sui giardini. La pianificazione è stata curata da Alessandro Segni e commissionato da Francesco Riccardi. Essi comprendono la celebrazione agiografica prototipo della famiglia Medici nel centro, circondato da una serie di racconti interconnessi: figure allegoriche (le Virtù Cardinali, gli Elementi della Natura) e di episodi mitologici (Nettuno e Amphitrita, il Ratto di Proserpina, la processione trionfale di Bacco, la Morte di Adone, Cerere e Trittolemo)

Pittore di corte in Spagna (1692-1702):

Carlo II di Spagna verso 1687 lo invitò a Madrid, dove rimase per 10 anni (1692-1702). In Spagna, ha prodotto lavori per la Alcazar Reale di Madrid, Buen Retiro palazzo, monastero di El Escorial, la cattedrale di Toledo, e altri siti. Giordano era molto popolare presso la corte spagnola, e il re gli concesse il titolo di un "caballero". Un aneddoto della velocità di Giordano è che nella pittura, fu chiesto una volta dalla Regina di Spagna, quello che sua moglie sembrava. Sul posto, dipinse la moglie in scena davanti a lui per la Regina.

In Spagna ha eseguito numerose opere, proseguendo nel Escorial la serie iniziata da Cambiasi, e la pittura affreschi dei Trionfi della Chiesa, la genealogia e la vita della Madonna, le storie di Mosè, Gedeone, David, Sisera e donne celebri di Scrittura, tutte le opere di grandi dimensioni. Il suo sogno di Salomone (1693, ora al Prado), risale a questo periodo. I suoi allievi, Aniello Rossi e Matteo Pacelli, lui assistito in Spagna. A Madrid ha lavorato di più in olio a colori, una Natività che vi sia una delle sue migliori produzioni.

Capolavori in ritardo a Napoli:

Poco dopo la morte di Carlo nel 1700, Giordano, ormai ricco, tornò a Napoli. Ha speso grandi somme in atti di munificenza, ed era particolarmente liberale al suo fratello più poveri artisti. Una delle sue massime è che il buon pittore è colui che al pubblico piace, e che il pubblico sono attratti più dal colore che di progettazione.

Giordano aveva una struttura sorprendente, che spesso portano ad un'impressione di superficialità delle sue opere. Ha lasciato molte opere a Roma, e molto più a Napoli. Di quest'ultimo, il suo Cristo espellendo i commercianti dal Tempio nella chiesa dei Padri Girolamini, un lavoro colossale, piena di espressività "lazzaroni", anche gli affreschi del Trionfo di Giuditta a San Martino, e quelli del Tesoro della Certosa , compreso il tema di Mosè e il serpente di bronzo, e le pitture nella cupola della chiesa di Santa Brigida, che contiene tomba dell'artista. Altri esempi sono superiori il giudizio di Paride nel Museo di Berlino, e Cristo con i dottori nel tempio, nella Galleria Corsini di Roma. In anni più tardi, ha dipinto gli affreschi per la Cappella influente Corsini, Palazzo Medici-Riccardi e altre opere.

Da giovane ha inciso opere con notevole abilità alcuni dei suoi dipinti, come la strage degli sacerdoti di Baal. Dipinse anche molto sul borderings cristallo di specchi, armadi ed altri visto in molti palazzi italiani, ed è stato, in questa forma d'arte, il maestro di Pietro Garofalo.

Il suo miglior allievo nella pittura fu Paolo de Matteis. Tuttavia, la sua influenza, come i suoi viaggi e la carriera, erano ampi e prolifici. Per esempio, si dice che hanno influenzato a Venezia, Giovan Battista Langetti, Giovanni Coli e Filippo Gherardi. Altri alunni incluso Juan Antonio Boujas, Nunzio Ferraiuoli (Nunzio degli Afflitti), Ansel Fiammingo (il Franceschitto), Giovanni Battista Lama, Andrea Miglionico, Giuseppe Simonelli, Andrea Vicenti, Andrea Viso, Ferrante Amendola, Pedro de Calabria, Matteo Paccelli, Francisco Tramulles , Nicolò Maria Rossi, e Anniello Rossi.

Luca Giordano morì a Napoli nel 1705.

Valutazione critica e legacy:

Giordano è stato criticato come un commerciante prolifico di tutti gli stili, e maestro di nessuno. Michael Levey osservazioni di lui "Giordano fu il pittore rococò ideale, veloce, prolifico, di colore abbagliante, ha assicurato nel disegno, sempre di talento e mai toccare la frangia del genio". E 'stato visto come un proto-Tiepolo, rivivendo quel modo grandioso di Cortona, in uno stile che avrebbe illuminato con Tiepolo.

Giordano ha dipinti in numerose collezioni britanniche tra cui la Galleria Nazionale, il Museo Herberrt a Coventry, Derby Art Gallery e diversi a Glasgow.

 Luca Giordano (18 October 1634 - 3 January 1705) was an Italian late Baroque painter and printmaker in etching. Fluent and decorative, he worked successfully in Naples and Rome, Florence and Venice, before spending a decade in Spain. Early life and training: Born in Naples, Giordano was the son of Antonio Giordano, an undistinguished painter. At a ...

 Luca Giordano (18 Octobre 1634 au 3 Janvier 1705) était un peintre italien baroque tardif et graveur de gravure. Fluent et décoratifs, il a travaillé avec succès à Naples et à Rome, Florence et Venise, avant de dépenser une dizaine d'années en Espagne. Début de la vie et de la formation: Né à Naples, Giordano était le fils d'Antonio Giordano, un pe...

 Luca Giordano (18. Oktober 1634 - 3. Januar 1705) war ein italienischer spätbarocken Malers und Grafikers in der Radierung. Fluent und dekorativ, arbeitete er erfolgreich in Neapel und Rom, Florenz und Venedig, bevor die Ausgaben ein Jahrzehnt in Spanien. Frühes Leben und Ausbildung: Geboren in Neapel, war Giordano, der Sohn Antonio Giordano, einem...

 Luca Giordano (18 octubre 1634 hasta 3 enero 1705) fue un pintor italiano del barroco tardío y grabador en el grabado. Fluida y decorativos, trabajó con éxito en Nápoles y Roma, Florencia y Venecia, antes de pasar una década en España. Primeros años de vida y formación: Nacido en Nápoles, Giordano era el hijo de Antonio Giordano, un pintor mediocre...

 Лука Джордано (18 октября 1634 - 3 января 1705) был итальянский художник позднего барокко и гравер в травления. Свободный и декоративные, он успешно работал в Неаполе и Риме, Флоренции и Венеции, прежде чем тратить десятилетия в Испании. Ранняя жизнь и обучение: Родился в Неаполе, Джордано был сыном Антонио Джордано, ничем не художник. На преждевре...

 卢卡佐丹奴(1634年10月18日 - 1705年3年1月)是意大利后期巴洛克式的画家和版画家在蚀刻。流畅,装饰,他曾在那不勒斯和罗马,佛罗伦萨和威尼斯,成功地在西班牙度过了十年前。 早期的生活和训练: 出生在那不勒斯,佐丹奴佐丹奴,一个平凡的画家安东尼的儿子。一个早熟的年龄,佐丹奴当了学徒到Ribera的那不勒斯总督的建议。据说,他先后下彼得罗DA科尔托纳。他获得了卢卡昵称FA - PRESTO(路加福音工作快)。这个绰号容易,因为他表现出了惊人的Celerity的处理刷,但它说,已经由他的父亲,贫困和增益的贪婪,永远敦促这句话他的儿子劳累他,“卢卡,发PRESTO“。青年的信,听从他的父母,实际上没有这么多的暂停抢夺仓促餐,但接收到他的嘴里,而他仍然工作,父亲的手提供食品。他的速度,在设...

 Luca Giordano (18 de outubro, 1634 - 3 Janeiro 1705) foi um pintor italiano barroco tardio e gravurista em gravura. Fluente e decorativo, ele trabalhou com sucesso em Nápoles e Roma, Florença e Veneza, antes de passar uma década na Espanha. Primeiros anos de vida e formação: Nascido em Nápoles, Giordano era filho de Antonio Giordano, um pintor medí...

 ルカジョルダーノ(1634年10月18日 - 1705年1月3日)は、エッチングでイタリア後期バロックの画家と版画家だった。流暢と装飾的な、彼はスペインで十年を費やす前に、ナポリ、ローマ、フィレンツェ、ヴェネツィアに成功しました。 早い生命およびトレーニング: ナポリに生まれ、ジョルダーノはアントニオジョルダーノ、平凡な画家の息子だった。早熟な年齢で、ジョルダーノはナポリ総督の勧告に基づいてリベラに弟子入りした。彼はおそらく後でピエトロダコルトーナで働いた。彼はルカFA - PRESTO(ルークワーク速い)のニックネームを取得しました。このニックネームは"、彼はブラシを扱うの驚異的なセレリティを示したので、APTでしたが、ゲインの貧困と貪欲、永久フレーズで努力する彼の少年を促していた、彼の父...